E' stato pubblicato il bando di concorso de "La Città Visibile" per il 2014. Sono tre le sezioni con un premio tutto riservato alle scuole (Premio Matilde Chimenti) che riconoscerà alla classe vincitrice un buono di 150€ per l'acquisto di libri.

Organizzato dalla Fondazione Cultura attraverso il Centro Documentazione Arti Visive e in collaborazione con il Comune di Grosseto, il concorso ha come tema "La Maremma: idee di bellezza". Le premiazioni avverranno in occasione dell'inaugurazione della mostra Città Visibile il 13 settembre al Cassero senese.

Ma quali idee di bellezza ispirano oggi la Maremma? Ecco come spiegano il tema di quest'anno gli organizzatori: nell'uso quotidiano la parola "bellezza" è sempre più banalizzata e svilita con lo scopo di rendere appetibili i beni di consumo: oggetti, corpi o territori.
Nasce così l'esigenza di ricercare significati e valori nuovi: cosa ci seduce del nostro territorio e della popolazione che lo abita? Cosa è bello e come si racconta? Che tipo di utilità ha la bellezza e come deve essere condivisa?

La sezione "Reportage video" sarà curata dal Cedav in collaborazione con il comitato di Grosseto della Società Dante Alighieri, il quotidiano locale on-line IlGiunco.net e il progetto editoriale e didattico Dubidoo ed è riservata a brevi video (massimo 2 minuti) realizzati con gli strumenti che si ritengono più idonei come smartphone, fotocamera o videocamera.

Le classi che vogliono concorrere nella speciale sezione riservata loro, devono inviare la propria adesione entro martedì, primo di luglio, al Cedav. Potranno così partecipare nel proprio istituto al workshop a cura del giornalista Rai Flavio Fusi.

Una Commissione nominata dalla Fondazione Grosseto Cultura, che comprenderà i fotografi professionisti Federico Borselli e Amedeo Novelli, il giornalista Flavio Fusi e il direttore del Cedav Mauro Papa, valuterà gli elaborati delle sezioni "Reportage fotografico" e "Reportage video". Le opere selezionate dovranno dimostrare di avere una spiccata qualità estetica, un uso dello strumento espressivo originale e innovativo, l'eventuale aderenza al tema del concorso e un'evidente efficacia comunicativa.

Scarica il bando. Clicca qui.


Anche quest'anno Dubidoo si presenta alla riapertura delle scuole con importanti novità. L'attenzione, per questo 2013/2014, è stata rivolta al rafforzamento di Dubischoolil progetto didattico che fa di ogni classe una redazione.

Non solo un nuovo sito, molto più agevole, graficamente aggiornato e tecnicamente migliorato, ma anche una maggiore presenza e diffusione del progetto stesso nelle classi dei comuni aderenti.

Dubischool.it è da oggi un sito "responsive" ovvero a seconda del media usato per la sua visualizzazione si adatterà automaticamente. In poche parole Dubischool.it è visibile oltre che su monitor del proprio computer anche su smartphone e tablet. Questo per permettere agli insegnanti e agli studenti di poter gestire e leggere i propri contenuti in piena libertà, da qualsiasi luogo.

Ovviamente la visualizzazione su Pc è completa, mentre sugli altri media citati ci saranno delle piccole limitazioni dovute a ragioni tecniche legate ai supporti stessi usati. Ad esempio da smartphone non sarà possibile entrare nel gestionale degli articoli mentre da tablet sì.

Crediamo molto nello sviluppo di soluzioni dedicate ai nuovi media perchè crediamo che la loro diffusione aiuterà la scuola italiana a "ritrovarsi" e a migliorare la propria offerta educativa. Dubidoo, come sempre, sarà al suo fianco.