L'anno scorso, il comitato interministeriale, formato da diversi enti statali e della Regione Campania, come l'agenzia regionale per l'ambiente (ARPAC), l'Università di Napoli , e i Ministeri della salute e dell'agricoltura,attraverso rivelazioni aeree, ha individuato che i terreni agricoli campani sospetti erano solo il 2%. Questa percentuale ha scatenato molte polemiche già l'anno scorso, da parte di stimate personalità, come lo scrittore Roberto Saviano, autore del best seller "Gomorra". A loro dire il 2% era eccessivamente riduttivo, tanto è bastato per invalidare il lavoro di competenti professionisti come appunto il professor Massimo Fagnano, docente di Agronomia all'Università di Napoli.

Oggi con ulteriori analisi chimiche di campioni prelevati dai terreni sospetti, questa percentuale è scesa addirittura all' 1%. Queste analisi chimiche sono state, volontariamente,interpretate male dal giornale online "FANPAGE", che  ha dichiarato che tra i terreni inquinati ci sono anche quelli dei comuni di Acerra e Caivano. Quelli di Caivano risultano avere un alto tasso di piombo e diossina, mentre ad Acerra la situazione pare essere più grave, poiché nei terreni ci sono molte più sostanze inquinanti. Questa è una notizia che corrisponde al vero, nel senso che lo stesso Comitato interministeriale ha reso pubbliche questi risultati. Dov'è l'allarmismo e la deformazione della notizia? Nelle percentuali, appunto, lievitate fino a diventare 87% e 66%.

Questo è ciò che racconta "FANPAGE" e che ha allarmato molti cittadini.

A calmare questo allarmismo è intervenuta Paola Dama, presidente della "TASK FORCE PANDORA" (http://www.taskforcepandora.com/ )e ricercatrice oncologica in Ohio, che con un esempio elementare ha fatto capire che quelle percentuali erano completamente sbagliate:

"Ho 15 mele di queste, 5 sono sospette di avere un verme, ma solo 2 sono davvero infette, la percentuale di 87%, da riferire solo alle 5 mele per intenderci, si è estesa a tutte le 15 mele".

I giornalisti hanno quindi esteso le percentuali delle terra di Caivano ed Acerra su tutte le terre agricole, solo per ottenere pubblicità, lasciando ai cittadini il panico.

Evidentemente non sono previsti corsi di recupero di matematica per i giornalisti come per noi alunni....

Vittoria V. 3 M