birembaumIn occasione della giornata della memoria abbiamo avuto come testimone dell'orrore nazista Halina Birenbaum, una donna che fu mandata nel campo di concentramento di Auschwitz a soli tredici anni e che con una forza incredibile è riuscita a sopravvivere alla prigionia e alla perdita di tutta la sua famiglia. Questa testimone della memoria ci ha incontrati a Grosseto per raccontarci quello che ha passato. Tutto questo grazie agli studenti dell'Istituto Rosmini che hanno tradotto le sue poesie con l'aiuto del professore Fabio Cicaloni.

Nel suo libro, intitolato "La mia vita è cominciata dalla fine", Halina racconta la sua storia. Al teatro degli Industri abbiamo avuto così l'occasione di poter ascoltare la lettura dei suoi testi attraverso le parole degli studenti.

Il suo libro è stato scritto con il cuore e la storia di Halina è stata fin troppo emozionante. Grazie a questo incontro ora tutti quelli che erano al teatro hanno capito le sofferenze che hanno dovuto subire i deportati nei campi di concentramento.

Sharon R.