Patrocinio Regione ToscanaIl progetto editoriale e didattico Dubidoo piace anche alla Toscana. A firma del presidente Enrico Rossi, la regione concede il proprio patrocinio gratuito. In data 3 febbraio 2014 è stato così ufficializzato l'interesse e l'attenzione dell'amministrazione nei confronti di tutti e tre i media utilizzati e curati dalla società editrice magazzinidelcaos.

Dubidoo.it, Dubischool.it e Dubiweek che insieme formano il progetto Dubidoo, sono stati ritenuti meritevoli di un riconoscimento importante dopo quelli già ricevuti dai singoli comuni aderenti.

"Questo riconoscimento è frutto del bel lavoro sia dei collaboratori di Dubidoo che di tutte le insegnanti che in questi anni hanno contribuito a farlo crescere e a renderlo sempre più uno straordinario strumento per la scuola." Ha dichiarato l'editore, Marco Berni."Contemporaneamente riconosce anche alle amministrazioni locali coinvolte di aver saputo essere lungimiranti con la loro adesione." 


Il progetto editoriale e didattico Dubidoo è un sistema complesso che riunisce intorno a sé decine di professionisti, docenti ed esperti con uno scopo comune: fare informazione.

A chi si rivolge la nostra proposta? A tutti gli studenti delle scuole primarie (classi IV e V ), delle secondarie di primo grado e del primo biennio delle secondarie di secondo grado.

Oggi l'informazione è pensata esclusivamente per i "grandi". Invade la televisione, i giornali ma anche il web. Tutti media, questi, a cui hanno accesso anche i più piccoli. Ma siamo sicuri che i ragazzi abbiano gli strumenti giusti per elaborare correttamente questo flusso?

Proprio per dare una risposta a questa domanda nasce Dubidoo. E' un sistema modulare per far partecipare attivamente i ragazzi al mondo dell'informazione, fornendo loro gli strumenti necessari per comprendere e sviluppare la propria coscienza critica.

Ad oggi sono tre gli strumenti principali che formano il progetto: il primo quotidiano on line per ragazzi, Dubidoo.it, il settimanale cartaceo Dubiweek e il progetto didattico Dubischool. Queste tre proposte si integrano tra loro e procedono di pari passo.

 

Guarda il video di Tv9 della presentazione alla stampa (novembre 2011). Ospiti: il Sindaco di Grosseto (Emilio Bonifazi), il Presidente del Consiglio comunale (Paolo Lecci), l'Assessore alla Pubblica istruzione (Luca Ceccarelli), il Dirigente scolastico dell'Istituto G.Pascoli (Fiorella Bartolini).

Dubischool fornisce sia gli strumenti per leggere le notizie che per scriverle, secondo gli standard della professione giornalistica. Saper comprendere il linguaggio che arriva quotidianamente attraverso i media è una conoscenza indispensabile per saper poi anche raccontare i fatti.

Con l'aiuto di dispense e con un supporto on line, infatti, gli insegnanti vengono preparati a questa nuova ed affascinante sfida didattica: fare delle proprie classi delle vere redazioni giornalistiche. I ragazzi impareranno i termini tecnici e le modalità di trattamento delle notizie. Poi, sempre attraverso il portale web dedicato (www.dubischool.it) pubblicheranno i propri pezzi.

Infatti sarà Dubischool.it (attraverso il controllo della redazione di Dubidoo) ad accogliere e a divulgare sulla rete i contributi delle classi aderenti al progetto. Di fatto si tratta di unvero e proprio "magazine" per i ragazzi realizzato dai ragazzi stessi. I migliori contenuti saranno poi rilanciati nella sezione locale di Dubiweek e nel quotidiano nazionale Dubidoo.it.

Già da questa breve introduzione al progetto se ne può comprendere la qualità e la duttilità. I ragazzi diventano non solo obiettivo di una corretta informazione ma ne possono divenire i protagonisti. La scuola grazie a Dubiweek mette a sistema le proprie iniziative e le condivide con gli altri.

Il settimanale cartaceo Dubiweek viene distribuito gratuitamente presso tutte le scuole dei Comuni aderenti secondo la formula "uno studente, una copia". Si tratta, allo stato attuale, di un foglio in A3 stampato su carta riciclata fronte/retro ad un solo colore e piegato in tre parti.

Attraverso questo giornale entra nelle scuole la selezione settimanale delle notizie pubblicate su Dubidoo.it. Le più interessanti, le più lette della settimana vengono proposte direttamente sul banco di scuola fornendo agli insegnanti l'occasione per affrontare, insieme ai ragazzi, i temi dell'attualità nazionale, di quella europea e di quella mondiale, ma non solo.

Grazie alla rete di Dubidoo.it è possibile dare spazio anche alla cronaca locale. I grandi avvenimenti che riguardano la comunità, ma anche gli sport giovanili, saranno inseriti nelle varie edizioni locali in cui Dubiweek uscirà. Ovviamente le classi aderenti al progetto Dubischool vi vedranno i loro articoli pubblicati.

Una particolare visibilità viene data inoltre ai progetti in essere nelle scuole e alle loro attività didattiche, permettendo così il confronto e la condivisione delle esperienze.

Il quotidiano on line Dubidoo.it offre ai ragazzi le notizie dei grandi. Le racconta in maniera semplice e con una formula nuova. Oltre agli ipertesti, tipici dell'informazione on line, spiega le parole "difficili" (se straniere, vengono tradotte) grazie anche allo strumento ZanTip di Zanichelli: cliccando sul termine sconosciuto si apre il dizionario on line alla voce desiderata. Altre particolari pagine permettono ulteriori approfondimenti.

Non mancano poi gli spazi dedicati alle curiosità che interessano i giovani. Ma c'è molto di più: con la sezione "imparare" la cronaca si fa didattica e si racconta così la lingua e la letteratura italiana, la storia, la filosofia, la matematica, la scienza, il diritto, l'ambiente, l'alimentazione, le lingue. Ogni articolo è un'occasione per riflettere e per crescere.